Briciole di pane

APE Attestato di Prestazione Energetica

Cos'è l'APE?

L’Attestato di Prestazione Energetica (APE, o anche, comunemente, "certificato energetico" o "attestato energetico") è un documento che attesta la prestazione e la classe energetica di un immobile e indica gli interventi migliorativi più convenienti.
Attraverso l’APE il cittadino viene a conoscenza di caratteristiche quali il fabbisogno energetico dell’edificio o dell’unità edilizia, la qualità energetica del fabbricato, le emissioni di anidride carbonica e l’impiego di fonti rinnovabili di energia, che incidono sui costi di gestione e sull'impatto ambientale dell’immobile, ed è guidato verso una scelta consapevole nel caso di acquisto, locazione o di recupero (ristrutturazione o riqualificazione).

La prestazione energetica è la quantità di energia necessaria per soddisfare annualmente le esigenze legate a un uso standard dell’immobile per il riscaldamento, il raffrescamento, la ventilazione, la produzione di acqua calda sanitaria e, negli edifici non residenziali, anche per l’illuminazione, gli ascensori e le scale mobili.

Cosa devo fare

L’APE è obbligatorio per gli edifici di nuova costruzione. In tal caso, l’APE deve accompagnare la documentazione del nuovo immobile ed è necessario per ottenere l'agibilità.

Per gli edifici esistenti, l’APE è obbligatorio in caso di compravendita e di nuovo contratto di locazione.
Il proprietario deve mostrare l’APE in fase di trattativa e consegnarlo allatto della firma del contratto, anche se l'immobile è in costruzione.
Se un immobile messo in vendita/locato possiede già un ACE/APE in corso di validità e l’immobile non ha subito lavori di ristrutturazione che ne abbiano modificato la classe energetica non è necessario produrre un nuovo APE.
Le principali informazioni dell’APE - prestazione energetica del fabbricato, indice di prestazione energetica globale, sia rinnovabile che non rinnovabile, e la classe energetica corrispondente – devono essere riportate anche negli annunci immobiliari.
L’APE è anche obbligatorio in caso di lavori di ristrutturazione importante, ovvero interventi su elementi dell’involucro esterno (pareti perimetrali, copertura, infissi,..) la cui superficie complessiva sia superiore al 25% dello stesso.
Inoltre l’APE può essere necessario per accedere a incentivi economici per la ristrutturazione.

L'APE non è obbligatorio, invece, per gli edifici di culto, i fabbricati isolati con superficie < 50 mq, i fabbricati agricoli, industriali e artigianali sprovvisti di impianti di climatizzazione, i parcheggi multipiano, i garage, i locali caldaia, le cantine, i depositi, i ruderi, i fabbricati in costruzione per i quali non si disponga dell'abitabilità o dell'agibilità al momento della compravendita.

Qualunque proprietario può richiedere un APE volontario per conoscere le caratteristiche energetiche del proprio immobile e gli interventi migliorativi necessari.

A chi devo rivolgermi

L’APE deve essere redatto da un certificatore energetico: un professionista indipendente, “accreditato” nel rispetto dei requisiti di legge (DPR 16 aprile 2013, n. 75). L’esperto non deve avere legami di parentela con il richiedente e non deve essere coinvolto nella progettazione e nella realizzazione dei lavori, né legato ai produttori dei materiali e dei componenti utilizzati. 

Nella Regione Friuli Venezia Giulia è presente un elenco dei certificatori energetici accreditati, che si trova in questo sto nella sezione Servizi al cittadino.

Nel caso di nuova costruzione la nomina dell’esperto che redige l’APE deve avvenire prima dell’inizio lavori.

L’APE va richiesto a proprie spese dal costruttore, nel caso di edifici nuovi, o dal proprietario o dal detentore dell’immobile, nel caso di edifici esistenti.

L’esperto incaricato è obbligato a eseguire almeno un sopralluogo per acquisire e verificare i dati necessari alla redazione dell’APE.

Al termine del calcolo della prestazione energetica, il certificatore dovrà inviare il file xml esteso proveniente dal software di calcolo nel Catasto CENEDfvg della Regione stessa.  Il richiedente riceverà l’APE dal certificatore che lo ha redatto, entro i quindici giorni successivi a tale trasmissione, unitamente alla ricevuta di deposito presso il Catasto CENEDfvg.

Scadenze e obblighi

Validità dell'APE
L’APE vale dieci anni a partire dalla data del suo rilascio.
Deve essere aggiornato a ogni intervento di ristrutturazione che modifichi la classe energetica dell’immobile.
La validità è però legata al rispetto dei controlli di manutenzione ed efficienza energetica degli impianti termici dell'edificio previsti dalla normativa vigente (DPR 74/2013). Se i controlli non sono effettuati, l’APE decade il 31 dicembre dell'anno successivo a quello in cui è prevista la prima scadenza non rispettata. Per questi motivi occorre allegare all’APE i libretti degli impianti.

Sanzioni
L’attestato di prestazione energetica e l’attestato di qualificazione energetica sono resi in forma di dichiarazione sostitutiva di atto notorio ai sensi dell’articolo 47, del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445.
In caso di violazione dell’obbligo di dotare di un attestato di prestazione energetica gli edifici di nuova costruzione e quelli sottoposti a ristrutturazioni importanti, il costruttore o il proprietario è punito con la sanzione amministrativa non inferiore a 3000 euro e non superiore a 18000 euro. 
In caso di violazione dell’obbligo di dotare di un attestato di prestazione energetica gli edifici o le unità immobiliari nel caso di vendita, il proprietario è punito con la sanzione amministrativa non inferiore a 3000 euro e non superiore a 18000 euro.
In caso di violazione dell’obbligo di dotare di un attestato di prestazione energetica gli edifici o le unità immobiliari nel caso di nuovo contratto di locazione, il proprietario è punito con la sanzione amministrativa non inferiore a 300 euro e non superiore a 1800 euro.
In caso di violazione dell’obbligo di riportare i parametri energetici nell’annuncio di offerta di vendita o locazione, il responsabile dell’annuncio è punito con la sanzione amministrativa non inferiore a 500 euro e non superiore a 3000 euro.

Il Catasto CENEDfvg

Ai sensi delle Linee Guida Nazionali per la Certificazione energetica degli edifici, è obbligatoria la trasmissione dell’Attestato di Prestazione Energetica alla Regione o Provincia autonoma competente per territorio. La sottoscrizione con firma digitale dell’APE ha valenza di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà.

Dal 1 Marzo 2018 il deposito degli APE può avvenire esclusivamente per via telematica, come indicato nell’articolo 13 della legge regionale 3/2018, nel registro telematico della Regione FVG

Dal 1 luglio 2021 è attivo il nuovo Servizio Regionale per il deposito e la visura degli Attestati di Prestazione Energetica: CENEDfvg

Attestato di prestazione energetica A.P.E.

Attestato di prestazione energetica A.P.E.

E’ il certificato che descrive la qualità energetica di un immobile e i suggerimenti per migliorarne le prestazioni.

News correlate

null Corso di aggiornamento per Certificatori Energetici
News Ape
25 mag 2021

La Regione Friuli Venezia Giulia organizza, per tramite Insiel Digital Academy, il Corso di aggiornamento per Certificatori Energetici previsto dalla Delibera n. 1045 del 30 maggio 2018, "D.Lgs. 192/2005, DPR 75/2013: Riconoscimento corsi di formazione per la certificazione energetica degli edifici precedenti al DPR 75/2013", che si svolgerà in modalità telematica utilizzando la Piattaforma Microsoft Teams

PROGRAMMA DEL CORSO
Lezione 1: Norme tecniche di riferimento (involucro e impianti): la serie UNI TS 111300 e le norme europee di riferimento attualmente in vigore
Lezione 2: Calcolo prestazioni energetiche relative a illuminazione e trasporto per gli edifici non residenziali, Edifici NZEB, Accenni alla tematica relativa ai BACS
Lezione 3: Aggiornamenti normativa nazionale: Decreti 26 giugno 2015: requisiti minimi, relazione tecnica, linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici con relative FAQ emanate dal Mise, Modifiche al Dlgs.192/2005 in seguito all&#8217; entrata in vigore del D.Lgs.10 giugno 2020, n. 48 Attuazione della direttiva (UE)
Esame Finale.
 
DATE
1° EDIZIONE
Lezione 1: giovedì 03/6/2021 dalle ore 9.00 alle ore 12.00
Lezione 2: venerdì 04/6/2021 dalle ore 9.00 alle ore 12.00 
Lezione 3: lunedì 07/6/2021 dalle ore 14.00 alle ore 17.00
Esame: lunedì 07/06/2021 dalle ore 17.00 alle ore 18.00
 
2° EDIZIONE
Lezione 1: lunedì 05/07/2021 dalle ore 15.00 alle ore 18.00
Lezione 2: martedì 06/07/2021 dalle ore 15.00 alle ore 18.00
Lezione 3: venerdì 09/07/2021 dalle ore 14.00 alle ore 17.00
Esame: venerdì 09/07/2021 dalle ore 17.00 alle ore 18.00
 
ISCRIZIONI
Per iscriversi è necessario compilare il Form di iscrizione al link che segue, indicando le date
prescelte:
https://forms.office.com/Pages/ResponsePage.aspx?id=9xctrPvW2U6EGGmjUTVQNmGaGgJ3qc5JmG103fJmPmRUQjdQRlkxWFpXS1
hYOUM3UU9SS1ZVMURFWC4u

A seguito della iscrizione verranno inviate, all'indirizzo e-mail indicato nel form, le istruzioni operative per il collegamento alla Aula virtuale.
 
Si coglie l'occasione per precisare che:
Con DGR 1045/2018 la Giunta regionale ha riconosciuto ai fini dell’accreditamento a SIRAPE:
- la validità degli attestati di frequenza dei corsi di formazione per la certificazione energetica degli edifici con superamento dell’esame finale rilasciati da ARES srl in quanto corrispondenti ai contenuti minimi di cui all’allegato 1 del DPR 75/2013;
- la validità degli attestati di frequenza dei corsi di formazione per la certificazione energetica degli edifici con superamento dell’esame finale rilasciati, a livello nazionale, dai soggetti autorizzati ai sensi dell’articolo 2, comma 5 del DPR 75/2013 anche precedenti alla data di entrata in vigore del decreto e, a livello regionale, da Regioni e province autonome e da altri soggetti di ambito regionale autorizzati dalle Regioni stesse, qualora sia espressamente dichiarata dal soggetto erogatore del corso la corrispondenza ai contenuti minimi di cui all’allegato 1 del DPR 75/2013.

In considerazione delle modifiche normative intervenute in materia di certificazione energetica degli edifici, la stessa DGR ha disposto l’obbligo di un aggiornamento per i certificatori abilitati esclusivamente dai corsi di cui sopra. 

Il corso in oggetto, organizzato dalla Regione tramite Insiel spa, costituisce occasione di aggiornamento necessario al mantenimento dei requisiti per l’accreditamento in qualità di certificatore energetico per i certificatori abilitati esclusivamente dai corsi di cui sopra (quindi ai sensi dell’articolo 2 comma 4 del DPR 75/2013) e che non abbiano già aggiornato il proprio profilo frequentando corsi autorizzati dal Ministero dello sviluppo economico di intesa con il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ed il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare o da altre Regioni o Province autonome. 

Per i sopraccitati professionisti il corso è obbligatorio al fine del mantenimento dell’abilitazione alla certificazione energetica.

Il corso di aggiornamento prevede, come per i corsi per la certificazione energetica, il superamento di un test finale.

I corsi sono comunque aperti a tutti i professionisti interessati, limitatamente ai posti disponibili.